Tatuaggi sole e luna. Un incontro sulla pelle

tatuaggi sole e luna

Sin dalla notte dei tempi, l’uomo ha mostrato un innato timore reverenziale nei confronti del sole e della luna. I corpi celesti permettono la vita sulla terra e, secondo alcuni, influenzano la nostra esistenza.

Chi sceglie di tatuarsi un sole generalmente vuole sfruttarne le accezioni di luce e verità. Si crede che questa stella illumini la via durante i periodi bui ed è quindi particolarmente apprezzato da chi riesce a superare una difficoltà o a vincere una battaglia nella propria vita.

Le civiltà antiche hanno usato il simbolo del sole per rappresentare la vitalità, la fertilità e tutto ciò che fosse associato alla vita. Per gli antichi Egizi, era “Ra”, il dio Sole; per i nativi americani era considerato il custode della giornata, ciò che emanava energia e luce e per essi aveva anche il potere speciale di guarire. Ma il sole ha anche un significato particolare nel Cristianesimo: esso non è altro che energia, forza, potere e rinascita.

La luna insieme al compagno sole, come se fossero lo “yin e yang”. Il sole infatti è associato per la sua parte maschile con lo yang e la luna con lo yin. Questa  caratteristica associazione sole-luna è forse tra le più frequenti nei tatuaggi. Lo yin e lo yang hanno radice uno nell’altro: sono interdipendenti, hanno origine reciproca, l’uno non può esistere senza l’altro.

L’unione del sole e della luna esprime la duplice personalità che contraddistingue ognuno di noi. La luna rappresenta emozione, impulsi e istinto. Al contrario il sole indica gli aspetti razionali del nostro carattere.

Non è poi così difficile immaginare il perché questi simboli siano scelti così di frequente da chi desidera farsi un tatuaggio da poter considerare speciale ed eterno. Qualcosa che duri per sempre e che oltre ad essere bello da vedere contenga anche un messaggio importante.